Aforismi e Frasi sul Destino

Fato
Creare è dare una forma al proprio destino.
(Albert Camus, Il mito di Sisifo, 1942)
Non c'è destino che non si vinca con il disprezzo.
(Albert Camus, Il mito di Sisifo, 1942)
L'umanità avrà la sorte che saprà meritarsi.
(Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1949)
La preoccupazione dell'uomo e del suo destino devono sempre costituire l'interesse principale di tutti gli sforzi tecnici. [...] Non dimenticatelo mai in mezzo a tutti i vostri diagrammi ed alle vostre equazioni.
(Albert Einstein, dal discorso al California Institute of Technology, Pasadena, California, 16 febbraio 1931, citato in The New York Times, 17 febbraio 1931, p. 6)
La vita e la morte confluiscono in uno e non c'è né evoluzione né destino; soltanto essere.
(Albert Einstein, dalla lettera alla regina Elisabetta del Belgio, 9 gennaio 1939)
Il destino fa fuoco con la legna che c'è.
(Alessandro Baricco, Castelli di rabbia, 1991)
Destino. Misteriosa entità che dovrebbe controllare tutte le sorti umane e che viene invocata soprattutto da chi sbaglia per scusare il proprio insuccesso e dai tiranni per giustificare i propri crimini.
(Ambrose Bierce, Il Dizionario del diavolo, 1911)
Non è nelle stelle che è conservato il nostro destino, ma in noi stessi.
(Anonimo)
Ciascuno è l'artefice del proprio destino.
(Appio Claudio Cieco, attribuito da Sallustio, De republica ordinanda, I, 1)
Il destino assomiglia al vento, poiché ci spinge rapidamente in avanti, oppure ci rigetta all'indietro; contro di ciò poco possono fare le nostre fatiche e i nostri sforzi.
(Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851)
Il destino mescola le carte e noi giochiamo.
(Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851)
Il destino può mutare, la nostra natura mai.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
La nostra felicità dipende da quello che siamo, dalla nostra individualità, mentre per lo più prendiamo in considerazione soltanto il nostro destino, vale a dire ciò che abbiamo e ciò che rappresentiamo.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
La solitudine è il destino di tutte le grandi menti: un destino a volte deplorato, ma sempre scelto come il minore di due mali.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
Nella vita accade come nel gioco degli scacchi: noi abbozziamo un piano, ma esso è condizionato da ciò che si compiacerà di fare nel gioco degli scacchi l'avversario, nella vita il destino.
(Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, vol. I, 2ª ed. 1862, p. 499)
Tutto ciò che la gente chiama comunemente destino, è costituito per lo più soltanto dalle sue stupide sciocchezze.
(Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851)
Un uomo coerente crede nel destino, un uomo capriccioso nel caso.
(Benjamin Disraeli, Vivian Grey, 1826)
Non è che accadano a ciascuno cose secondo un destino, ma le cose accadute ciascuno le interpreta, se ne ha la forza, disponendole secondo un senso – vale a dire, un destino.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Non sai che quello che ti tocca una volta si ripete? Che come si è reagito una volta, si reagisce sempre? Non è mica per caso che ti metti nei guai. Poi ci ricaschi. Si chiama il destino.
(Cesare Pavese, Il diavolo sulle colline, da La bella estate, 1949)
Tutto il nostro destino è già stampato nelle nostre ossa, prima ancora che abbiamo l'età della ragione. Io, per me, ne sono convinto, ma penso a volte che è sempre possibile commettere errori che ci costringeranno a tradire questo destino.
(Cesare Pavese, La Langa, da Racconti)
Non sono gli uomini a dominare la sorte, ma è la sorte a dominare gli uomini.
(Erodoto, Storie)
In qualsiasi momento della vita si può prendere in mano le redini e cambiare il proprio destino.
(Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006. p. 126)
Così nel mondo / sua ventura ha ciascun dal dì che nasce!
(Francesco Petrarca, Amor, che meco al buon tempo ti stavi, da Canzoniere, XIV secolo)
Per quanto differenti appaiano i destini, una certa compensazione di mali e di beni li rende tutti uguali.
(François de La Rochefoucauld, Massime, 1665)
La forza che si oppone al destino è in realtà una debolezza. La dedizione e l'accettazione sono molto più forti.
(Franz Kafka, Conversazioni con Gustav Janouch, 1953)
Il nostro destino esercita la sua influenza su di noi anche quando non ne abbiamo ancora appresa la natura: il nostro futuro detta le leggi del nostro oggi.
(Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878)
In tutte le esistenze, si nota una data alla quale il destino si biforca, o verso una catastrofe o verso il successo.
(Gabriel de La Rochefoucauld, Marie Leczinska: femme de Louis XV, 1703-1768, 1943, p. 101)
La sorte ha in pugno i dadi e chissà che non esca la combinazione vincente.
(George Gordon Byron, Diari)
Quando si ha la pancia vuota non ci si pone altro problema che quello della pancia vuota. È quando ci lasciamo alle spalle lo sfruttamento e la dura fatica che cominciamo davvero a farci domande sul destino dell'uomo e sulle ragioni della sua esistenza.
(George Orwell, Come mi pare, in Romanzi e saggi)
Destino e carattere sono due nomi del medesimo concetto.
(Hermann Hesse, La cura, 1925)
Il destino non viene... da una sola direzione, ma cresce dentro di noi.
(Hermann Hesse, Klein e Wagner, 1919)
Dobbiamo tenerci sempre in guardia da questo senso così forte del destino. La scienza moderna ignora ogni immanenza. Il destino viene scritto nel momento in cui si compie e non prima.
(Jacques Monod, Il caso e la necessità, 1970)
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà d'un solo momento: il momento in cui l'uomo sa per sempre chi è.
(Jorge Luis Borges, L'Aleph, 1949)
Possiamo diventare i padroni del nostro destino quando avremo finito di atteggiarci a suoi profeti.
(Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945)
Il destino guida chi lo segue di buona voglia, trascina chi si ribella.
(Lucio Anneo Seneca, Lettere morali a Lucilio, 65 d.C.)
Non dobbiamo cercare di vivere a lungo, ma di vivere abbastanza; vivere a lungo dipende dal destino, dalla nostra anima vivere quanto basta.
(Lucio Anneo Seneca, Lettere morali a Lucilio, 65 d.C.)
Ma non potria negli uomini il destino, se del futuro ognun fosse indovino.
(Ludovico Ariosto, Orlando furioso, canto XVIII, 177)
Godi del piacere che ti è dato in sorte, sopporta il dolore che ti è dato in sorte, accogli ciò che ti riserva il tempo, così come l'agricoltore fa con le messi.
(Mahābhārata, Poema epico indiano)
Chi crede nel destino giustifica l'inerzia.
(Marco Tullio Cicerone)
Ed è follia attendersi che la sorte ci dia mai armi sufficienti contro se stessa. È con le nostre proprie armi che bisogna combatterla.
(Michel de Montaigne, Saggi, 1580-1595)
Non esistono i presagi: il destino non manda araldi. È troppo saggio o troppo crudele per farlo.
(Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891)
Non bisogna tralasciare di sforzarsi pensando che tanto c'è il destino; chi, senza sforzo, può ottenere olio dai semi di sesamo?
(Pañcatantra, Antica raccolta indiana di favole)
L'uomo è nato per tradire il proprio destino.
(Paulo Coelho, Monte Cinque, 1996)
Quando non ho avuto più niente da perdere, ho ottenuto tutto. Quando ho cessato di essere chi ero, ho ritrovato me stesso. Quando ho conosciuto l'umiliazione ma ho continuato a camminare, ho capito che ero libero di scegliere il mio destino.
(Paulo Coelho, Lo Zahir, 2005)
Neppure gli dèi combattono contro il destino.
(Pittaco, citato in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, I, 77.)
A ciascuno è destinato il suo giorno.
(Publio Virgilio Marone, Eneide, X, 457)
Bisogna seminare un carattere per raccogliere un destino.
(Romano Battaglia,  Alle porte della vita, 1996)
Il destino è spesso una comoda giustificazione per illuderci che tutto quanto accade non dipende da noi, ma da una forza misteriosa capace di trasformare i sogni in realtà e le nostre azioni in un fallimento.
(Romano Battaglia, La strada di Sin, 2004)
Fermezza di fronte al destino, grazia nella sofferenza, non vuol dire semplicemente subire: è un'azione attiva, un trionfo positivo.
(Thomas Mann, La morte a Venezia, 1912)
L'artista è l'ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini.
(Thomas Mann, L'artista e la società, 1953)
Il destino, quando apre una porta, ne chiude un'altra. Dati certi passi avanti, non è possibile tornare indietro.
(Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869)
Nel destino di ogni uomo può esserci una fine del mondo fatta solo per lui. Si chiama disperazione.
(Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869)
Per quanto mi riguarda non sono un avventuriero per scelta, ma per destino e perché non mi sento in nessun luogo tanto straniero come nella mia famiglia e nel mio paese.
(Vincent van Gogh, dalla lettera a Horace Man Livens, Parigi 1886)
Così rapida / fugge la vita che ogni sorte è buona / per tanto breve giornata.
(Vincenzo Cardarelli, Illusa gioventù, da Poesie)
Tessiamo noi stessi il nostro fato, buono o cattivo, e il lavoro fatto non si può più sfare […]. Nulla di ciò che facciamo vien mai — e lo si intenda in senso rigorosamente, scientificamente letterale — mai cancellato.
(William James, Principi di psicologia, 1890)
Gli uomini, a un certo momento, sono padroni dei loro destini: la colpa, caro Bruto, non è nelle nostre stelle, ma in noi stessi, se noi siamo degli schiavi.
(William Shakespeare, Giulio Cesare, Atto I, Scena II [Cassio])
Ho un solo rimpianto nella vita: non essere qualcun altro.
(Woody Allen, The Oxford Dictionary of American Quotations, 2006)