Aforismi e Frasi sulla Rivoluzione

Rivoluzione
Il momento di fermare una rivoluzione è al principio, non alla fine.
(Adlai Ewing Stevenson II)
La bellezza, senza dubbio, non fa le rivoluzioni. Ma viene un giorno in cui le rivoluzioni hanno bisogno della bellezza.
(Albert Camus)
Tutte le rivoluzioni moderne hanno avuto per risultato un rafforzamento del potere statale.
(Albert Camus)
Le grandi rivoluzioni riuscite, facendo scomparire le cause che le avevano prodotte, diventano così incomprensibili a causa del loro stesso successo.
(Alexis de Tocqueville)
Rivoluzione. In campo politico viene così chiamato il brusco passaggio da una forma a un'altra di malgoverno.
(Ambrose Bierce)
Ogni movimento rivoluzionario è romantico, per definizione.
(Antonio Gramsci)
Gli inferiori si ribellano per poter essere eguali e gli eguali per poter essere superiori. È questo lo stato d'animo da cui nascono le rivoluzioni.
(Aristotele)
I grandi ci sembrano grandi soltanto perché stiamo in ginocchio. Alziamoci!
(Élisée Loustalot)
Dicono che noi rivoluzionari siamo romantici. Sì, è vero, ma lo siamo in modo diverso, siamo di quelli disposti a dare la vita per quello in cui crediamo.
(Ernesto Che Guevara)
In una rivoluzione, se è vera, si vince o si muore.
(Ernesto Che Guevara, Lettera a Fidel Castro, Scritti, discorsi e diari di guerriglia, 1959-1967)
La rivoluzione si fa attraverso l'uomo, ma l'uomo deve forgiare giorno per giorno il suo spirito rivoluzionario.
(Ernesto Che Guevara)
La vera rivoluzione dobbiamo cominciare a farla dentro di noi.
(Ernesto Che Guevara)
Lasciami dire, a rischio di sembrare ridicolo, che il vero rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d'amore.
(Ernesto Che Guevara)
Le rivoluzioni non si esportano. Le rivoluzioni nascono in seno ai popoli.
(Ernesto Che Guevara)
Soprattutto, siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo. È la qualità più bella di un rivoluzionario.
(Ernesto Che Guevara)
Il processo rivoluzionario è intrinsecamente il miglior programma di sanità pubblica possibile.
(Fidel Castro)
Nessun vero rivoluzionario muore invano.
(Fidel Castro)
Noi non intendiamo la rivoluzione nel senso coreografico, come la intendono tutti gli imbecilli.
(Filippo Turati)
Ogni opinione rivoluzionaria attinge parte della sua forza alla segreta certezza che nulla può essere cambiato.
(George Orwell)
Le rivoluzioni vincono non in forza delle loro idee, ma quando riescono a confezionare una classe dirigente migliore di quella precedente.
(Indro Montanelli)
Voi sparate perché siete la rivoluzione. Ma la rivoluzione è gioia. E alla gioia non piace avere orfani in casa. Chi è buono fa opere buone. La rivoluzione è un'opera buona di gente buona. Ma chi è buono non uccide. E dunque la rivoluzione la fanno i cattivi.
(Isaak Babel)
I rivoluzionari sono più formalisti dei conservatori.
(Italo Calvino)
Può esserci rivoluzione soltanto là dove c'è coscienza.
(Jean Jaurès)
La rivoluzione non è questione di merito, ma di efficacia, e non v'è cielo. C'è del lavoro da fare, ecco tutto.
(Jean-Paul Sartre)
Coloro che rendono impossibile una rivoluzione pacifica renderanno inevitabile una rivoluzione violenta.
(John Fitzgerald Kennedy)
Una rivoluzione dura soltanto quindici anni: un periodo che coincide con l'efficienza di una generazione.
(José Ortega y Gasset)
Non sono gli uomini che guidano la rivoluzione, è la rivoluzione che guida gli uomini.
(Joseph de Maistre)
Le classi dominanti tremino al pensiero d'una rivoluzione comunista. I proletari non hanno da perdervi che le loro catene. Hanno un mondo da guadagnare. Proletari di tutti i paesi, unitevi.
(karl Marx)
L'unica cosa che ha mandato in rovina tutte le rivoluzioni è la frase vuota, la lusinga del popolo rivoluzionario.
(Lenin)
La rivoluzione è la festa degli oppressi e degli sfruttati.
(Lenin)
Le rivoluzioni – diceva Marx – sono le locomotive della storia.
(Lenin)
Senza teoria rivoluzionaria non vi può essere movimento rivoluzionario.
(Lenin)
Tutte le rivoluzioni cominciano per strada e finiscono a tavola.
(Leo Longanesi)
Un'idea che non trova posto a sedere è capace di fare la rivoluzione.
(Leo Longanesi)
Gli uomini non fanno la rivoluzione più volentieri di quanto facciano la guerra.
(Lev Trockij)
Il caos rivoluzionario è cosa diversa da un terremoto o da una inondazione. In seno al disordine rivoluzionario si forma subito un nuovo ordine […]. La rivoluzione appare come pazzia assoluta solo a coloro che spazza via e annienta.
(Lev Trockij)
La rivoluzione è l'ispirazione frenetica della storia.
(Lev Trockij)
La rivoluzione è una grande distruttrice di uomini e di caratteri. Consuma i valorosi e annienta i meno forti.
(Lev Trockij)
Quelli che fanno una rivoluzione a metà non hanno fatto altro che scavarsi una tomba.
(Louis Antoine de Saint-Just)
[Le rivoluzioni] sono figlie di idee e di sentimenti prima che di interessi; e senza le idee e i sentimenti, per i soli interessi, non si fanno le rivoluzioni.
(Luigi Sturzo)
Non sono mai le masse che fanno le rivoluzioni e a loro profitto; ma sono le classi di dominio che si servono anche delle masse, ove occorra, per fare le rivoluzioni.
(Luigi Sturzo)
La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno o un ricamo; non si può fare con tanta eleganza, serenità e delicatezza, né può essere così garbata, cortese, contenuta e magnanima.
(Mao Tse-tung)
Le rivoluzioni non le facciamo noi: le fa Iddio; e per persuadersene basta riflettere con quali strumenti riescono.
(Massimo d'Azeglio)
Cittadini, vorreste una rivoluzione senza rivoluzione?
(Maximilien de Robespierre)
La rivoluzione è la guerra della libertà contro i suoi nemici.
(Maximilien de Robespierre)
La rivoluzione è più un istinto che un pensiero: come istinto agisce e si propaga, e come istinto darà anche le sue prime battaglie.
(Michail Bakunin)
Ricordati che la rivoluzione è sempre per tre quarti fantasia e per un quarto realtà.
(Michail Bakunin)
In uno stato rivoluzionario ci sono due classi, i sospetti e i patrioti.
(Napoleone Bonaparte)
Sappiate che solo una grande rivoluzione può liberare dalla schiavitù.
(Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos)
La rivoluzione, dopo essere stata di volta in volta religiosa, filosofica, politica, è diventata economica.
(Pierre-Joseph Proudhon)
In ogni sciopero è nascosta l'idea della rivoluzione.
(Robert von Puttkamer)
Quelli che hanno servito la causa della rivoluzione hanno arato il mare.
(Simón Bolívar)
Non la religione, ma la rivoluzione è oppio del popolo.
(Simone Weil)
Non si può fare una rivoluzione portando i guanti di seta.
(Stalin)
Le rivoluzioni costano carissime, richiedono immensi sacrifici e perlopiù finiscono in spaventose delusioni.
(Tiziano Terzani)
Per fare una rivoluzione ci vogliono due cose: qualcuno o qualcosa contro cui rivoltarsi e qualcuno che si presenti e faccia la rivoluzione.
(Woody Allen)