Aforismi e Frasi sull'Estate

Estate
Frasi, aforismi e citazioni sull'estate: la stagione del gran caldo
Nel bel mezzo dell'inverno ho infine imparato che vi era in me un'invincibile estate.
(Albert Camus, Ritorno a Tipasa, da L'estate, 1954)
La gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice.
(Anton Čechov, Tre sorelle, 1900)
Le estati volano sempre... gli inverni camminano!
(Charles M. Schulz, Charlie Brown in Peanuts)
Perché perché perché perché perché... Ho l'impressione che sulla terra sprechiate troppo tempo a chiedervi troppi perché. D'inverno non vedete l'ora che arrivi l'estate. D'estate avete paura che torni l'inverno. Per questo non vi stancate mai di rincorrere il posto dove non siete: dove è sempre estate.
(Danny Boodman T.D. Lemon Novecento [Tim Roth], Film: La leggenda del pianista sull'oceano, 1998)
Sarà estate finalmente... / Signore con gli ombrellini, / oziosi signori con bastoni da passeggio / e bambine con le bambole / tingeranno il pallido paesaggio / come un vivace mazzo di fiori.
(Emily Dickinson, Poesie, J342-F374)
Non c'è che una stagione: l'estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L'autunno la ricorda, l'inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.
(Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1968)
Poi, d'improvviso, mi sciolse le mani e le mie braccia divennero ali, quando mi chiese - Conosci l'estate? - io, per un giorno, per un momento, corsi a vedere il colore del vento.
(Fabrizio De André, da Il sogno di Maria, in La buona novella, 1970)
Nelle ore solitarie dello spirito è bello camminare al sole lungo i gialli muri dell'estate.
(Geog Trakl, Helian, 1912-1913)
New York d'estate, con tutti gli scarichi dell'aria condizionata... Che sia per quello che fa così caldo?
(Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997)
Guardi chi passa nella grande estate: / la bicicletta tinnula, il gran carro / tondo di fieno, bimbi, uccelli, il frate / curvo, il ramarro.
(Giovanni Pascoli, La rosa delle siepi, Odi e inni, 1906)
Sogno d’un dì d’estate. / Quanto scampanellare / tremulo di cicale! / Stridule pel filare / moveva il maestrale / le foglie accartocciate. / Scendea tra gli olmi il sole / in fascie polverose: / erano in ciel due sole / nuvole, tenui, rose: / due bianche spennellate / in tutto il ciel turchino.
(Giovanni Pascoli, Myricae, Dall'alba al tramonto, VII Patria, 1891)
Un'estate è sempre eccezionale, sia essa calda o fredda, secca o umida.
(Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1913, postumo)
Improvvisamente fu piena estate. I campi verdi di grano, cresciuti e riempiti nelle lunghe settimane di piogge, cominciavano a imbiancarsi, in ogni campo il papavero lampeggiava col suo rosso smagliante.
(Hermann Hesse, Estate, da La natura ci parla)
Delle quattro stagioni dell'anno l'estate è la più chiara e la più ardente, fa maturare i frutti e sparge risa e luce.
(Nikolai Aseev, Estate chiara e ardente)
Ardono i seminati, scricchiola il grano, insetti azzurri cercano ombra, toccano il fresco. E a sera salgono mille stelle fresche verso il cielo cupo. Son lucciole vagabonde, crepita senza bruciare la notte dell'estate.
(Pablo Neruda, Estate)
L'estate è la madre dei poveri.
(Proverbio)
Sereno d'inverno, nuvole d'estate, amor di donna, di prete, di frate: son tutti guai.
(Proverbio)
Esistono tre motivi per diventare scrittore: il primo è che vi servono i soldi; il secondo, che avete qualcosa da dire che il mondo dovrebbe sapere; il terzo, e che proprio non sapete cosa fare nelle lunghe sere d'estate.
(Quentin Crisp, The Naked Civil Servant, 1968)
Se la notte d'estate cede un poco / su la riva del mare sorgeranno / — nati in silenzio come i suoi colori — / uomini nudi e leggeri che vanno. / Ma come il vento muove il mare, muovono / anche, gridando, gli uomini le barche. / Sorge sull'ultimo sudore il sole.
(Sandro Penna, Se la notte d’estate..., da Poesie, 1957)
L'estate che fugge è un amico che parte.
(Victor Hugo, Toute la Lyre, 1888, postumo)
Distesa estate, / stagione dei densi climi / dei grandi mattini / dell'albe senza rumore — / ci si risveglia come in un acquario — / dei giorni identici, astrali, / stagione la meno dolente / d'oscuramenti e di crisi, / felicità degli spazi, / nessuna promessa terrena / può dare pace al mio cuore / quanto la certezza di sole / che dal tuo cielo trabocca.
(Vincenzo Cardarelli, Estiva, da Poesie)
Saluto nel sol d'estate la forza dei giorni più eguali. Ai punti estremi, alle stagioni violente, come sotto il frantoio dei pericoli dove ogni inquietudine si schianta prendo le sole decisioni buone, la mia fuggiasca fecondità ritrovo.
(Vincenzo Cardarelli, Saluto di stagione, da Poesie)
Le estati brevi, spesso sono delle primavere precoci.
(William Shakespeare, Riccardo III)
Ora l'inverno del nostro scontento si è mutato in una splendida estate grazie a questo sole di York.
(William Shakespeare, Riccardo III)