Aforismi e Frasi sui Ricordi

Ricordo
Frasi, citazioni e aforismi sul ricordo e il ricordare
Che cosa sono i ricordi? Troppe volte la tisi dell'anima.
(Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873)
I ricordi non passano mai / eccoli qui. / Sono molto più forti di noi / più vivi.
(Amedeo Minghi, I ricordi del cuore, 1992)
Chi gode una volta, dite voi, non istenta sempre. Si, ma quel ricordarsi d'aver goduto, e star male, è un gran consumamento de' malestanti.
(Annibal Caro, Lettere del Commendatore Annibal Caro, 1807)
Ho i ricordi d'infanzia, ho i ricordi, immagini di luce e di palmizi, [...] ma il filo manca che il ricordo annoda al cuore.
(Antonio Machado, In questi campi della terra mia, da Campi di Castiglia, 1912)
Ricordo soltanto l'emozione delle cose, e dimentico tutto il resto; molte sono le lacune della mia memoria.
(Antonio Machado, Ricordo soltanto l'emozione delle cose, da Poesie, 1962)
Si può mai ricordare l'amore? È come evocare un profumo di rose in una cantina. Puoi richiamare l'immagine di una rosa, non il suo profumo.
(Arthur Miller, Dopo la caduta, 1964)
È facile scrivere i propri ricordi quando si ha una cattiva memoria.
(Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927)
Il ricordo agisce come la lente convergente nella camera oscura: concentra tutto, e l'immagine che ne risulta è assai più bella dell'originale.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere, 1851)
Estrema delusione degli amanti! / invano mescolarono le vite / s'anche il bene superstite, i ricordi, / son mani che non giungono a toccarsi.
(Camillo Sbarbaro, Versi a Dina, da Rimanenze, 1955)
La ricchezza della vita è fatta di ricordi, dimenticati.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Le cose si scoprono attraverso i ricordi che se ne hanno. Ricordare una cosa significa vederla – ora soltanto – per la prima volta.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Viene un'epoca in cui ci si rende conto che tutto ciò che facciamo diventerà a suo tempo ricordo. È la maturità. Per arrivarci bisogna appunto già avere dei ricordi.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Com'è grande il mondo alla luce delle lampade, e come è piccolo agli occhi del ricordo.
(Charles Baudelaire, I fiori del male, 1857-1861)
Ho più ricordi che se avessi mille anni.
(Charles Baudelaire, I fiori del male, 1857-1861)
I nostri ricordi sono schedari consultati e poi restituiti in disordine da autorità che noi non controlliamo.
(Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944)
Il vero valore del ricordo sta in questo: che ci fa capire che nulla è mai passato.
(Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973)
Vile, veramente vile, è solo chi ha paura dei suoi ricordi.
(Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973)
La sola funzione della memoria è di aiutarci a rimpiangere.
(Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969)
Chi non ricorda il bene passato è vecchio già oggi.
(Epicuro, Sentenze Vaticane, III secolo a.C.)
Memoria / non è peccato fin che giova. Dopo / è letargo di talpe, abiezione / che funghisce su sé...
(Eugenio Montale, Voce giunta con le folaghe, da La bufera e altro, 1956)
La memoria è il salvadanaio dello spirito.
(Fliegende Blätter - Rivista umoristica tedesca)
La vita non è quella che si è vissuta ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
(Gabriel García Márquez, Vivere per raccontarla, 2000)
Il ricordo della felicità non è più felicità; il ricordo del dolore è ancora dolore.
(George Gordon Byron, Marin Faliero doge di Venezia, 1821)
Quelli che non sanno ricordare il passato sono condannati a ripeterlo.
(George Santayana, La vita della ragione, 1905-1906)
I ricordi ci uccidono. Senza memoria, saremmo immortali.
(Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987)
Quando si è zuppi di ricordi e stufi di ricordare, allora si comincia a morire.
(Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987)
La rimembranza del piacere, si può paragonare alla speranza, e produce appresso a poco gli stessi effetti. Come la speranza, ella piace più del piacere.
(Giacomo Leopardi, Zibaldone di pensieri)
Chi non ricorda, non vive.
(Giorgio Pasquali, Filologia e storia, 1920)
Ogni vero ricordo è ancora un richiamo, una verità che ci lavora nelle ossa, un febbrile atto di sfida al buio di domani.
(Giovanni Arpino, L'ombra delle colline, 1964)
Il ricordo è poesia, e la poesia non è se non ricordo.
(Giovanni Pascoli, Primi poemetti, prefazione, 1904)
Il ricordare è di vecchiaia il segno.
(Giuseppe Ungaretti, Monologhetto, da Un grido e paesaggi, 1952)
Passiamo, passiamo ché tutto passa / Spesso mi volterò all'indietro / I ricordi son corni di caccia / Il cui suono muore nel vento.
(Guillaume Apollinaire, Corni da caccia, da Alcools, 1913)
La speranza è una memoria che desidera, il ricordo è una memoria che ha goduto. Quale bella esistenza nell'esistenza ci fa così il pensiero!
(Honoré de Balzac, Un principe della Bohème, 1844)
L'apparizione nei crepuscoli della memoria di una gioia passata somiglia alla visita notturna d'un diletto defunto, e ci invita alla voluttà delle lacrime.
(Ippolito Nievo, Le confessioni di un italiano, 1867)
Ho studiato gli uomini, e credo di essere un osservatore abbastanza buono; tuttavia non so vedere niente di quello che vedo, non vedo bene che ciò che ricordo, e non ho acume che nei miei ricordi.
(Jean-Jacques Rousseau, Le Confessioni, 1782-1789, postumo)
Il ricordo è l'unico paradiso dal quale non possiamo venir cacciati.
(Jean Paul, Impromptus)
Nel cogliere il frutto della memoria si corre il rischio di sciuparne il fiore.
(Joseph Conrad, La freccia d'oro, 1919)
Che cosa è il ricordo se non la lingua dei sentimenti, un dizionario di facce e giorni e profumi che tornano come i verbi e gli aggettivi nella frase, che mascherati vanno al di là della cosa in sé, del puro presente.
(Julio Cortázar, Il gioco del mondo, 1963)
Il ricordo è un modo di incontrarsi.
(Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926)
Il ricordo è una pietra che ostacola il cammino della speranza.
(Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962, postumo)
I ricordi si interpretano come i sogni.
(Leo Longanesi, La sua Signora, 1957)
Niente costringe i ricordi a manifestarsi come gli odori e la fiamma.
(Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932)
È dolce il ricordo delle pene passate.
(Marco Tullio Cicerone, De finibus bonorum et malorum, 45 a.C.)
La vita dei morti è riposta nel ricordo dei vivi.
(Marco Tullio Cicerone, Filippiche, 43 a.C.)
L'uomo buono si allarga lo spazio della vita: / poter gioire della vita passata è vivere una doppia vita.
(Marco Valerio Marziale, Epigrammi, X, 23, 7-8)
I ricordi sono come il vino che decanta dentro la bottiglia: rimangono limpidi e il torbido resta sul fondo. Non bisogna agitarla, la bottiglia.
(Mario Rigoni Stern, Sentieri sotto la neve, 1998)
E mi domandavo se un ricordo è qualcosa che hai ancora o non piuttosto qualcosa che hai perduto.
(Marion Post [Gena Rowlands], Film: Un'altra donna, 1988)
Ricordo, ricordo, cosa vuoi da me?
(Paul Verlaine, Melancholia, II, Nevermore, Poesie saturnine, 1866)
So di essere uno di quelli che gli uomini non amano; ma sono di quelli di cui si ricordano.
(Percy Bysshe Shelley, citato in C. Baudelaire, Lettre à Sainte-Beuve, 30 marzo 1865, Lettere: 1841-1866, 1907)
Ne' giorni tuoi felici / ricordati di me.
(Pietro Metastasio, L'Olimpiade, Atto I, Scena X [Megacle])
Quel che fu duro a patire, è dolce ricordare.
(Proverbio)
Tre cose deve l'uomo ricordare ogni giorno: il bene che non ha fatto, il male che ha fatto, e il tempo che ha perduto.
(Proverbio)
Di solito i ricordi invecchiano insieme con l'uomo […] e gli episodi più appassionati acquistano col tempo una prospettiva ridicola, come se fossero visti in fondo a una fila di novantanove porte spalancate.
(Robert Musil, L'uomo senza qualità, 1930-1942)
Il ricordo ci lega a una parte consumata della nostra vita.
(Rocco Scotellaro, Uno si distrae al bivio, 1974)
E se fossimo soltanto il ricordo di qualcuno?
(Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957)
Il ricordo è un compromesso: gli uomini si difendono con quello...
(Tommaso Landolfi, La piccola Apocalisse, 1935)
Fa tanto bene a ripensà a l'amore / ne li momenti de malinconia: / provi una specie de nun so che sia, / come un piacere de sentì dolore.
(Trilussa, Momenti scemi, da Le Favole, 1922)
I ricordi, queste ombre troppo lunghe / del nostro breve corpo, / questo strascico di morte / che noi lasciamo vivendo, / i lugubri e durevoli ricordi.
(Vincenzo Cardarelli, Passato, da Poesie, 1960)
Il "ricordo" è la reliquia secolarizzata.
(Walter Benjamin, Parco centrale, da Angelus Novus, 1962, postumo)
La lode di ciò che s'è perduto rende più doloroso il ricordo.
(William Shakespeare, Tutto è bene quel che finisce bene, Atto V, Scena III)