Aforismi e Frasi sul Gioco d'Azzardo

Gioco d'azzardo
Non puoi battere un tavolo da roulette, a meno che non rubi soldi da questo.
(Albert Einstein)
Se non riesci a individuare il pollo nella prima mezz'ora di gioco, allora il pollo sei tu.
(Amarillo Slim)
Gioco d'azzardo. Passatempo il cui piacere consiste in parte nella coscienza dei propri vantaggi, ma soprattutto nello spettacolo delle perdite altrui.
(Ambrose Bierce)
Il gioco è un corpo a corpo con il destino.
(Anatole France)
Il gioco è un suicidio senza morte.
(André Malraux)
[Tombola] Giuoco noioso, ma se ci si abitua, non è spregevole.
(Anton Čechov)
Il destino mescola le carte e noi giochiamo.
(Arthur Schopenhauer)
Non avendo pensieri da scambiarsi, si scambiano le carte, e cercano di portarsi via l'un l'altro i fiorini.
(Arthur Schopenhauer)
Nella vita, come nel gioco delle carte, è un grande vantaggio quello di essere i primi a giocare, perché a carte uguali si vince.
(Baltasar Graciàn)
Nessun cane può correre così veloce come i soldi che scommetti su di lui.
(Bud Flanagan)
Ma le carte sono una guerra, travestita da giuoco.
(Charles Lamb)
La vita è proprio strana. Ti mette in mano carte che puoi leggere solo dopo averle giocate o solo dopo che altri le giocano per te.
(Christiaan Barnard)
Giocatori? Brutta razza.
(Costantino Rozzi)
Quando giochiamo, dobbiamo renderci conto che, prima di tutto, siamo al tavolo per fare soldi.
(David Sklansky)
Un dollaro vinto è due volte più dolce di un dollaro guadagnato.
(Eddie Felson : Eddy lo svelto [Paul Newman], Film: Il Colore Dei Soldi, 1986)
Il gioco è sottoposto alle stesse regole che valgono per il lato serio della vita; non vi si può sfuggire, nemmeno con la fuga. Il capitale prende sotto le sue ali anche i più riluttanti, e ad alcuni questo praticamente appare come una promozione.
(Ernst Bloch)
E perché il gioco sarebbe peggiore di un qualsiasi altro mezzo di far denaro, per esempio, magari del commercio?
(Fëdor Dostoevskij)
[Il gioco] è il figlio dell'avidità, fratello dell'iniquità, padre del male.
(George Washington)
Un giocatore di carte dovrebbe sapere che una volta che il denaro sta nel piatto, cessa di essere suo.
(Herbert O. Yardley, L'educazione di un giocatore di poker, 1957)
Ogni regola del gioco è affascinante. Un gioco, non è che questo, e il delirio del gioco, il piacere intenso del gioco proviene dalla chiusura nella regola.
(Jean Baudrillard)
Il gioco è sempre una perdita: di tempo, se non altro.
(Joan Fuster)
I tratti essenziali di ogni gioco: la simmetria, le leggi arbitrarie, il tedio.
(Jorge Luis Borges)
Scommettere non è così distruttivo come la guerra e non è così noioso come la pornografia. Non è immorale come gli affari o suicida come guardare la televisione. E le percentuali sono migliori di quelle della religione.
(Mario Puzo, Inside Las Vegas, 1977, p. 73)
Il gioco d'azzardo è una concorrenza troppo scoperta, senza veli, e come ogni sfacciata nudità offende il senso del pudore.
(Max Stirner)
La vita si gioca in un colpo solo, il resto è attesa.
(Mike McDermott [Matt Damon], Film: Rounders - Il giocatore, 1998)
Un giocatore perde sempre. Perde denaro, dignità e tempo. E se vince, tesse intorno a sé una tela di ragno.
(Mosè Maimonide)
Con le carte in mano, tutti gli uomini sono eguali.
(Nikolaj Gogol', I giocatori)
Giocare vuol dire fare esperimenti col caso.
(Novalis)
Bisogna sempre giocare lealmente quando si hanno in mano carte vincenti.
(Oscar Wilde)
Il danaio che si spende è sterile, e quel che si giuoca fruttifero.
(Pietro Aretino, Dialogo delle carte parlanti)
Il diavolo non gioca mai da solo.
(Proverbio)
Il giocatore ha il diavolo in cuore.
(Proverbio)
Per parlare di gioco, bisogna aver tenuto le carte in mano.
(Proverbio)
Il giocatore d'azzardo quanto è più bravo nel suo mestiere, tanto più è disonesto.
(Publilio Siro)
Il contrario del gioco non è ciò che è serio, bensì ciò che è reale.
(Sigmund Freud)
La freddezza di un giocatore che perde quasi sempre, diminuisce il piacere del vincitore.
(William Congreve)
Il gioco d'azzardo è il miglior modo per ottenere nulla da qualcosa.
(Wilson Mizner)
L’unica cosa sicura della fortuna è che essa cambierà.
(Wilson Mizner)