Aforismi e Frasi sulla Religione

Religione
Alleandosi a un potere politico, la religione aumenta il suo potere su alcuni uomini, ma perde la speranza di regnare su tutti.
(Alexis de Tocqueville)
Religione. 1. Reverenza per l'Ente Supremo, nella misura in cui lo si concepisce a immagine e somiglianza dell'uomo. 2. Figlia della Speranza e del Timore che spiega all'Ignoranza la natura dell'Inconoscibile.
(Ambrose Bierce)
La religione è la più gigantesca utopia, cioè la più gigantesca "metafisica" apparsa nella storia.
(Antonio Gramsci)
Le religioni sono come le lucciole: per splendere hanno bisogno della tenebra.
(Arthur Schopenhauer)
Quando uno comincia a parlare di Dio, io non so di cosa parli, infatti le religioni, tutte, sono prodotti artificiali.
(Arthur Schopenhauer)
L'esperienza prova che le religioni non sorgono quali frutti di un'elucubrazione cosciente, ma provengono dalla vita naturale dell'anima inconscia, che in qualche modo esprimono adeguatamente.
(Carl Gustav Jung)
La religione, si potrebbe dire, è il termine designante l'atteggiamento peculiare a una coscienza che è stata alterata dall'esperienza del numinoso.
(Carl Gustav Jung)
È religione anche non credere in niente.
(Cesare Pavese)
Quanto alla religione, credo inutile parlarne e cercarne i resti, perché darsi ancora la pena di negare Dio è in simile materia il solo scandalo.
(Charles Baudelaire)
Il momento peggiore per un ateo è quando si sente davvero grato e non ha nessuno da ringraziare.
(Dante Gabriel Rossetti, attribuito [La frase è anche menzionata da G. K. Chesterton in San Francesco d'Assisi, 1923, p. 88])
La religione è un sorriso che plana sopra un non-senso generale, un profumo residuo sopra un'onda di nulla. È per questo che, quando è a corto di argomenti, la religione ripiega sulle lacrime.
(Emil Cioran)
La religione è finita. Non c'è più nessuno che si vanti di aver portato a letto una suora.
(Ennio Flaiano)
La religione non è un errore popolare; è una grande verità istintiva, sentita dal popolo, espressa dal popolo.
(Ernest Renan)
Un po' di filosofia porta la mente degli uomini all'ateismo, ma molta filosofia riporta le menti degli uomini verso la religione.
(Francesco Bacone)
Non combattere mai con la religione, né con le cose che pare dependino da Dio; perché questo obietto ha troppa forza nella mente degli sciocchi.
(Francesco Guicciardini)
Fra la religione e la vera scienza non esistono né parentele, né amicizia, e neppure inimicizia: vivono in sfere diverse.
(Friedrich Nietzsche)
Nel mondo non c'è religione abbastanza, neanche solo per abbattere le religioni.
(Friedrich Nietzsche)
Non è strano che gli uomini combattano tanto volentieri per una religione e vivano così malvolentieri secondo i suoi precetti?
(Georg Christoph Lichtenberg)
C'è una sola religione, benché ne esistano un centinaio di versioni.
(George Bernard Shaw)
Non v'è nulla, senza dubbio, che calmi lo spirito / come il rum e la vera religione.
(George Gordon Byron)
L'uomo non vive d'altro che di religione o d'illusioni.
(Giacomo Leopardi)
Ci sono nel passato e si possono trovare anche oggi delle società umane che non hanno né scienza, né arte, né filosofia. Ma non c'è mai stata nessuna società senza religione.
(Henri Bergson)
Una società di atei inventerebbe subito una religione.
(Honoré de Balzac)
Per religione, dunque, intendo una propiziazione o conciliazione delle forze superiori all'uomo che si crede dirigano e controllino il corso della natura e della vita umana.
(James George Frazer)
Abbiamo religioni a sufficienza per farci odiare, ma non a sufficienza per farci amare l'un l'altro.
(Jonathan Swift, Pensieri su vari argomenti, 1706-26)
È più facile morire per una religione che viverla assolutamente.
(Jorge Luis Borges)
Il fondamento della critica irreligiosa è questo: è l'uomo che fa la religione, non la religione che fa l'uomo.
(karl Marx)
L'abolizione della religione come felicità illusoria del popolo è necessaria per la sua felicità reale.
(karl Marx)
La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l’oppio dei popoli.
(karl Marx)
La religione è la coscienza di sé e la consapevolezza del proprio valore dell'uomo, il quale o non ha ancora acquistato la propria autonomia o l'ha già perduta.
(karl Marx)
La religione non è che un sole illusorio, che si muove attorno all'uomo finché questi non giunge a muoversi attorno a se stesso.
(karl Marx)
Quante più cose l'uomo trasferisce in Dio, tante di meno ne ritiene in se stesso.
(karl Marx)
La religione è una delle forme dell'oppressione spirituale.
(Lenin)
Un uomo può ignorare d'avere una religione come può ignorare d'avere un cuore; ma senza religione, come senza cuore, l'uomo non può esistere.
(Lev Tolstoj)
La religione riposa sulla distinzione essenziale dell'uomo dalla bestia; le bestie non hanno religione.
(Ludwig Feuerbach)
Posso affermare, senza la minima esitazione, e tuttavia in piena umiltà, che significa non capir nulla della religione vedervi qualche rapporto con la politica.
(Mahatma Gandhi)
Se un uomo afferra il nocciolo della propria religione, ha afferrato anche il nocciolo delle altre.
(Mahatma Gandhi)
Il vero significato della religione non è dunque semplicemente moralità, ma moralità tinta di sentimento.
(Matthew Arnold)
In fatto di religioni, le più vicine sono le più nemiche.
(Montesquieu)
L'uomo pio e l'ateo parlano sempre di religione; l'uno parla di ciò che ama, l'altro di ciò che teme.
(Montesquieu)
Una religione non è una spiegazione − è una soluzione.
(Paul Valéry)
Tutte le religioni conducono allo stesso Dio, e meritano il medesimo rispetto.
(Paulo Coelho)
Quando una religione ha la pretesa di imporre la sua dottrina all'umanità intera, si degrada a tirannia e diventa una forma di imperialismo.
(Rabindranath Tagore)
Una religione è tanto vera quanto un'altra.
(Robert Burton)
La religione è un'illusione, e deriva la sua forza dal fatto che corrisponde ai nostri desideri istintuali.
(Sigmund Freud)
Il primo segno che si diventa religiosi è che si diventa allegri.
(Swami Vivekananda)
La religione di un uomo non è di danno né di aiuto a un altro.
(Tertulliano)
Non fa certo parte della religione imporre la religione.
(Tertulliano)
È buona qualsiasi religione insegni all'uomo a essere buono.
(Thomas Paine)
Sappiamo troppo, e siamo convinti di troppo poco. La nostra letteratura è un sostituto della religione, e lo stesso si dica della nostra religione.
(Thomas Stearns Eliot)
Niente ha un aspetto più fallace di una falsa religione, in cui si giustificano i crimini con la volontà degli dèi.
(Tito Livio)
A tali sciagure ha potuto indurre la religione.
(Tito Lucrezio Caro)
La religione non è altro che l'ombra gettata dall'universo sull'intelligenza umana.
(Victor Hugo)
Il credere in Dio insomma non nocque a nessun popolo mai; giovò anzi a molti; agli individui di robusto animo non toglie nulla; ai deboli è sollievo ed appoggio.
(Vittorio Alfieri)
Di tutte le religioni, quella cristiana è senza dubbio quella che dovrebbe ispirare più tolleranza, sebbene fino ad ora i cristiani siano stati i più intolleranti tra gli uomini.
(Voltaire)
Dovunque la religione dominante alla lunga fagocita, quando non perseguita, tutte le altre.
(Voltaire)
La religione è la disperazione della magia.
(William Gaddis)
La religione […] è la reazione totale di un uomo alla vita.
(William James)