Aforismi e Frasi sulla Morale

Morale
Nessuna moralità può fondarsi sull'autorità, anche se l'autorità fosse divina.
(Alfred Jules Ayer)
Morale. Conforme a valori locali e mutevoli. Ha comunque la prerogativa di essere di generale comodità.
(Ambrose Bierce)
La morale è la debolezza del cervello.
(Arthur Rimbaud)
Predicare la morale è facile, fondarla è difficile.
(Arthur Schopenhauer)
Il peso materiale rende prezioso l'oro, quello morale l'uomo.
(Baltasar Graciàn)
Rivoltatela come più vi pare, / prima viene lo stomaco, poi viene la morale.
(Bertolt Brecht, L'opera da tre soldi, “Secondo finale”)
Senza moralità civile le comunità periscono; senza moralità privata la loro sopravvivenza è priva di valore.
(Bertrand Russell, Autorità e individuo, 1949)
Sforziamoci dunque di ben pensare: ecco il principio della morale.
(Blaise Pascal)
Per il momento, riguardo alla morale, so soltanto che è morale ciò che mi fa sentir bene, e immorale ciò che mi fa sentir male dopo che l'ho fatto.
(Ernest Hemingway)
Ogni moralità trae la sua origine dalla religione, perché la religione è soltanto la formula della moralità.
(Fëdor Dostoevskij)
Il più splendido affare in questo mondo è la morale.
(Frank Wedekind)
Per morale intendo il prodotto reale di due grandezze immaginarie. Le grandezze immaginarie sono dovere e volere.
(Frank Wedekind, Risveglio di primavera)
Non ci sono fenomeni morali, ma solo un'interpretazione morale dei fenomeni.
(Friedrich Nietzsche)
La moralità consiste nel sospettare gli altri di non essere legalmente sposati.
(George Bernard Shaw)
Se c'è qualcosa di peggio dell'odierno indebolirsi dei grandi principi morali, è l'odierno irrigidirsi dei piccoli principi morali.
(Gilbert Keith Chesterton)
La moralità è un lusso privato e costoso.
(Henry Adams)
L'etica non è esattamente la dottrina che ci insegna come essere felici, ma quella che ci insegna come possiamo fare per renderci degni della felicità.
(Immanuel Kant, Critica della ragion pratica)
La ragion pura è di per se stessa pratica e dà all'uomo una legge universale, che noi chiamiamo legge morale.
(Immanuel Kant, Critica della ragion pratica)
Conosco molti furfanti che non fanno i moralisti, ma non conosco nessun moralista che non sia un furfante.
(Indro Montanelli)
La morale è ciò che resta della paura quando la si è dimenticata.
(Jean Rostand)
La morale non è nulla più che la regolarizzazione dell'egoismo.
(Jeremy Bentham)
Se la morale non urtasse, non verrebbe lesa.
(Karl Kraus)
La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
(Mahatma Gandhi)
La vera moralità consiste non già nel seguire il sentiero battuto, ma nel trovare la propria strada e seguirla coraggiosamente.
(Mahatma Gandhi)
Il fatto che l'uomo sappia distinguere tra il bene e il male dimostra la sua superiorità intellettuale rispetto alle altre creature; ma il fatto che possa compiere azioni malvagie dimostra la sua inferiorità morale rispetto a tutte le altre creature che non sono in grado di compierle.
(Mark Twain)
Non è saggio usare la morale nei giorni feriali; così succede che poi la troviamo in disordine la domenica.
(Mark Twain)
Godi e fa' godere, senza far male a te stesso o a qualche altro: ecco qui, credo, tutta quanta la morale.
(Nicolas Chamfort)
La morale è semplicemente l'atteggiamento che adottiamo nei confronti di individui che, personalmente, non ci piacciono.
(Oscar Wilde)
Un uomo che moraleggia è di solito un ipocrita, una donna che moraleggia è invariabilmente brutta.
(Oscar Wilde)
La morale non è altro che l'arte attiva e pratica di viver bene.
(Pierre Gassendi)
La morale ci dice quello che dobbiamo fare. Il moralismo ci fa dire quello che vorremmo che gli altri facessero.
(Roberto Gervaso)
La morale è imperniata sulla questione se il piacere preceda o segna il dolore.
(Samuel Butler)
È proprio di ogni morale considerare la vita umana come una partita che si può vincere o perdere, e insegnare all'uomo il modo di vincere.
(Simone de Beauvoir, Per una morale dell'Ambiguità)
Ogni specie di moralismo è negazione della vita.
(Wilhelm Reich)
Non ci può essere verità definitiva nell'etica più che nella fisica, finché l'ultimo uomo non abbia vissuto la sua esperienza e detto la sua parola.
(William James, La volontà di credere)