Aforismi e Frasi sulla Solitudine

Solitudine
Frasi, citazioni e aforismi sulla solitudine e sul sentirsi soli
Solitudine, lusso dei ricchi.
(Albert Camus, Taccuini, 1935-1959)
Io trascorro la mia vita in quella solitudine per noi tanto penosa nella gioventù, ma così gradita negli anni della maturità.
(Albert Einstein, da Pensieri degli anni difficili, 1965)
Ho sempre amato la solitudine, una caratteristica che tende ad accentuarsi con l'età.
(Albert Einstein, da Pensieri di un uomo curioso, 1997)
La solitudine esalta le qualità, la frequentazione delle compagnie i difetti dell'uomo.
(Alessandro Morandotti, Le minime di Morandotti, 1979-1980)
La solitudine subita affligge; scelta, appaga.
(Alessandro Morandotti, Le minime di Morandotti, 1979-1980)
Cerca la solitudine: in essa troverai te stessa, e alla natura leverai l'immenso inno dell'amore.
(Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873)
Solitudine. Condizione di chi ha il difetto di dire la verità e di essere dotato di buon senso.
(Ambrose Bierce, Il Dizionario del Diavolo, 1911)
I solitari leggono molto, ma parlano poco e poco sentono dire: la vita per loro è misteriosa. Sono mistici e spesso vedono il diavolo dove non è.
(Anton Čechov, Un caso di pratica medica)
Se avete paura della solitudine, non sposatevi.
(Anton Čechov, I quaderni del dottor Čechov, 1891-1904)
Non si può esser veramente sé stesso, se non quando si è solo; dunque chi non ama la solitudine non ama la libertà, perché non si è liberi che essendo soli.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
Ciò che rende socievoli gli uomini è la loro incapacità di sopportare la solitudine e, in questa, se stessi.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
Ciò che uno può essere per l'altro ha limiti molto ristretti: alla fine ognuno rimane solo.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
La solitudine è la sorte di tutti gli spiriti eminenti: talvolta essi ne sospireranno, ma la sceglieranno sempre come il minore di due mali.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
Nel mondo non si ha altra scelta che quella tra la solitudine e la volgarità.
(Arthur Schopenhauer, Aforismi sulla saggezza del vivere)
La solitudine è per me una fonte di guarigione che rende la mia vita degna di essere vissuta. Il parlare è spesso un tormento per me e ho bisogno di molti giorni di silenzio per ricoverarmi dalla futilità delle parole.
(Carl Gustav Jung)
Si resiste a star soli finché qualcuno soffre di non averci con sé, mentre la vera solitudine è una cella intollerabile.
(Cesare Pavese, Prima che il gallo canti, 1949)
Tutto il problema della vita è dunque questo: come rompere la propria solitudine, come comunicare con gli altri.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
La massima sventura è la solitudine, tant'è vero che il supremo conforto – la religione – consiste nel trovare una compagnia che non falla, Dio.
(Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1952, postumo)
Diceva Saffo: Tramontata è la luna / E le Pleiadi, è mezza / Notte, è passata l’ora: / giaccio sola nel letto.
(Cesare Pavese, Lettere 1924-1944, 1956, postumo)
Moltitudine, solitudine: termini uguali e convertibili per il poeta attivo e fecondo. Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata.
(Charles Baudelaire, La solitudine, da Lo spleen di Parigi, 1869, postumo)
Solitudine dura e cara, / compagna dei miei tardi giorni, / alla mensa d'erba amara, / al torbo vino dei ricordi, // soli siamo, tu ed io.
(Diego Valeri, Solitudine, da Poesie)
L'unico modo di salvaguardare la propria solitudine è ferire tutti, a cominciare da quelli che amiamo.
(Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973)
C'è una solitudine dello spazio, una del mare, una della morte, ma queste compagnia saranno In confronto a quel più profondo punto quell'isolamento polare di un'anima ammessa alla presenza di se stessa - Infinito finito.
(Emily Dickinson, Silenzi, n. 1695, non datata)
C'è chi aspetta la pioggia / per non piangere da solo.
(Fabrizio De Andrè, Il bombarolo, da Storia di un impiegato, 1973)
La solitudine è la dieta dell'anima, disse sensatamente non so chi.
(Francesco Algarotti, Lettera al padre Giambattista Roberti)
Quando si è soli nel corpo e nello spirito si ha bisogno di solitudine, e la solitudine genera altra solitudine.
(Francis Scott Fitzgerald, Tenera è la notte, 1934)
Nella solitudine il solitario divora se stesso, nella moltitudine lo divorano i molti. Ora scegli.
(Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878)
Nessuno che abbia degli amici sa cosa sia la vera solitudine, avesse pure attorno a sé come suo avversario il mondo intero.
(Friedrich Nietzsche, Schopenhauer come educatore, 1874)
Per chi è molto solo, il rumore è già una consolazione.
(Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi)
Il forte è potentissimo quand'è solo.
(Friedrich Schiller, Guglielmo Tell, 1804)
L'ardente solitudine non annulla la possibilità degli amori.
(Giovanni Papini, Il mondo visto dal poeta, in La spia del mondo, 1955)
La civiltà ha convertito la solitudine in uno dei beni più preziosi che l'anima umana possa desiderare.
(Gregorio Marañón)
Non ho mai trovato il compagno che mi facesse così buona compagnia come la solitudine.
(Henry David Thoreau, Walden ovvero Vita nei boschi, 1854)
I giovani, per via delle passioni che li distraggono, s'adattano meglio dei vecchi alla solitudine.
(Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688)
È soprattutto nella solitudine che si sente il vantaggio di vivere con qualcuno che sappia pensare.
(Jean-Jacques Rousseau, Le Confessioni, 1782-1789, postumo)
La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno.
(Jim Morrison, attribuito)
Nessun uomo è un'isola a sé stante; / ognuno è parte di un continente.
(John Donne, Devotions upon Emergent Occasions, Meditation XVII)
Talvolta la solitudine è la miglior compagnia, / e un breve ritiro sollecita a un dolce ritorno.
(John Milton, Il Paradiso perduto, IX, 249)
Se temi la solitudine, cerca di non essere giusto.
(Jules Renard, Diario, 1925-1927, postumo)
Vado alle mie solitudini, / dalle mie solitudini vengo, / perché per stare con me / mi bastano i miei pensieri.
(Lope de Vega, La Dorotea, 1632)
La solitudine è per lo spirito ciò che il cibo è per il corpo.
(Lucio Anneo Seneca, attribuito)
Non siamo nati soltanto per noi.
(Marco Tullio Cicerone, De officiis, I, 7)
La solitudine è una cosa senza la quale non si fa niente, senza la quale non si guarda più niente.
(Marguerite Duras, Scrivere, 1993)
La solitudine significa anche: o la morte o il libro. Ma innanzi tutto significa alcol.
(Marguerite Duras, Scrivere, 1993)
Oh, lieta solitudine, compagnia di chi è triste.
(Miguel de Cervantes, Le peripezie di Persile e Sigismonda, 1617, postumo)
Quando uno è solo cammina più rapidamente.
(Napoleone Bonaparte, Aforismi politici e pensieri morali e filosofici, 1848)
Si è soli con tutto ciò che si ama.
(Novalis, Frammenti)
Un uomo solo è sempre in cattiva compagnia.
(Paul Valéry, L'Idée fixe, 1932)
La solitudine: bisogna essere molto forti per amare la solitudine.
(Pier Paolo Pasolini, Versi del testamento, da Trasumanar e organizzar)
Se vuoi vivere in innocenza, cerca la solitudine.
(Publilio Siro, da The Moral Sayings of Publius Syrus, a Roman Slave: From the Latin, 1856, p. 88)
Una cosa sola è necessaria: la solitudine. La grande solitudine interiore. Andare in se stessi e non incontrarvi, per ore, nessuno; a questo bisogna arrivare. Essere soli come è solo il bambino.
(Rainer Maria Rilke, Lettere a un giovane poeta)
E non si è soli quando un altro ti ha lasciato / si è soli se qualcuno non è mai venuto.
(Roberto Vecchioni, da L'ultimo spettacolo, in Samarcanda, 1977)
La solitudine è la libertà completa.
(Romano Battaglia, Ho incontrato la vita in un filo d'erba, 1997)
Quando in due cercano la solitudine, il mondo è minacciato dall'esplosione demografica.
(Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957)
In solitudine un uomo può acquisire qualsiasi cosa, ma non un carattere.
(Stendhal, Dell'amore, 1822)
La solitudine fa maturare l'originalità, la bellezza strana e inquietante, la poesia, ma genera anche il contrario, lo sproporzionato, l'assurdo e l'illecito.
(Thomas Mann, La morte a Venezia, 1912)
La solitudine crea persone d'ingegno o idioti.
(Victor Hugo, I miserabili, 1862)
La solitudine unendosi alle anime semplici, le complica.
(Victor Hugo, I miserabili, 1862)
La solitudine è il campo da gioco di Satana.
(Vladimir Vladimirovič Nabokov, Fuoco pallido, 1962)