aforismi e frasi sul comunismo

Aforismi e frasi sul COMUNISMO

Frasi celebri, citazioni e aforismi sul comunismo e sui comunisti

Nel cuore del comunismo c’è la menzogna. La menzogna centrale, assiomatica: un regno di giustizia, una fratellanza senza classi, una liberazione dalla servitù qui e ora. In questo mondo. È questa la grande menzogna. La corruzione e il tradimento sistematici della speranza umana.
(George Steiner)

Personalmente penso che la categoria del comunismo abbia oggi un potenziale largamente inesplorato. A condizione, appunto, di essere agìto non come una risposta precotta, ma come una ricerca comune e una domanda radicale sulla espropriazione di senso anche della vita, in questa fase storica.
(Nichi Vendola)

Pio XII e Giovanni XXIII certamente odiavano ugualmente il peccato comunismo ed amavano ugualmente i peccatori comunisti, ma non c’è dubbio che Pio XII dando l’impressione di odiare di più il comunismo ha dato anche l’impressione di amare meno i peccatori comunisti, e Giovanni XXIII dando l’impressione di amare di più i peccatori comunisti ha dato l’impressione, sia pure errata, di indulgere di più con il comunismo.
(Angelo Costa)

Qualcosa di esso [partito comunista] rimane e lascia la sua impronta sul carattere, che uno si porta dietro per tutta la vita. È interessante notare come gli ex comunisti siano facilmente riconoscibili. Formano una categoria a sé, come un tempo i preti e gli ufficiali dopo aver lasciato i loro ruoli.
(Ignazio Silone)

Quando è crollato il muro di Berlino, quando si sono ammainate quelle bandiere rosse dai pennoni del Cremlino e tutti erano a ballare e a cantare nelle strade, non ci si rendeva conto che lì si concludeva una storia, che non era soltanto la storia del movimento operaio, ma era la grande storia della modernità, cioè la storia del tentativo di un soggetto razionale umano di intervenire sul proprio destino e cambiarlo. Lì finiva anche la vicenda di quella secolarizzazione dell’idea di progresso che era tipica tanto del movimento operaio quanto del capitalismo.
(Mario Tronti)

Questo comunismo è la vera risoluzione dell’antagonismo tra la natura e l’uomo, tra l’uomo e l’uomo, la vera risoluzione della contesa tra l’esistenza e l’essenza, tra l’oggettivazione e l’autoaffermazione, tra la libertà e la necessità, tra l’individuo e la specie. È la soluzione dell’enigma della storia, ed è consapevole di essere questa soluzione.
(Karl Marx)

Secondo i canoni marxisti, il comunismo doveva costituire l’ultima forma di organizzazione sociale della famiglia umana, in cui avrebbe finalmente trovato realizzazione il sogno faustiano di un uomo liberato dalle necessità della natura e dalle violenze della storia. Dunque, ancor prima che una sfida sociale, esso ha configurato una sfida metafisica, costituendo in questo senso il principale avatara dello gnosticismo post-cristiano.
(Luigi Fenizi)

Sia moralmente sia anche logicamente il partito [comunista] era infallibile: moralmente, perché i suoi obiettivi erano giusti, cioè in consonanza con la dialettica della storia, e questi obiettivi giustificavano tutti i mezzi; logicamente, perché il partito era la punta di diamante del proletariato, e il proletariato era l’incarnazione del principio attivo della storia.
(Arthur Koestler)

Siamo di fronte a un’importante differenza col fascismo: nel comunismo è notevolmente più esaltata la qualità religiosa della fede intellettuale. Mentre nel fascismo la tentazione era esercitata principalmente dalla figura del capo, nel comunismo ad attrarre era una forza più astratta e duratura, quella della storia, e soprattutto della speranza. Il fascismo era un’ideologia del presente, il comunismo un’ideologia del futuro.La speranza era sostenuta da una particolare certezza: a indurre, infatti, quelli che si sarebbero poi convertiti, ad aderire inizialmente al comunismo non era stato il semplice desiderio di un mondo migliore, ma la fede nella necessità storica della sua realizzazione.
(Ralf Dahrendorf)

Stiamo parlando del futuro: della vita delle persone nel mondo senza guerre, senza oppressione sociale, senza disuguaglianza nazionale, senza la soppressione delle capacità umane. In altre parole, riguarda il futuro che tutti chiamiamo “Comunismo”.
(Andrej Arsenevič Tarkovskij)

Mondo Aforismi
Raccogliamo una selezione di aforismi, pensieri, citazioni e frasi famose su vari argomenti, per tutte le vostre necessità: auguri, regali, momenti speciali!
Articolo creato 119

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto