Aforismi e Frasi sui GENITORI

Datemi genitori migliori e vi darò un mondo migliore.
(Aldous Huxley, attribuito)

I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano.
(Alessandro Morandotti, Le minime di Morandotti, 1979-1980)

Se i genitori facessero meno i grandi, i giovani si comporterebbero meno da bambini.
(Christiane Collange, Io, tua madre, 1985)

Quando i genitori fanno troppo per i loro figli, i figli non faranno abbastanza per sé stessi.
(Elbert Hubbard, The Notebook, 1927, postumo)

Non si possono biasimare i fanciulli pigri, quando a renderli tali e l’educazione dei loro genitori.
(Esopo, Favole, VI secolo a.C.)

Le gioie dei genitori sono segrete, e così i loro dispiaceri e timori; le prime non le sanno e i secondi non li vogliono esprimere.
(Francesco Bacone, Saggi, 1597-1625)

I genitori che si aspettano gratitudine dai figli ( e c’è persino chi la pretende) sono come usurai: rischiano volentieri il capitale pur di incassare gli interessi.
(Franz Kafka, Diari, 1910-1923)

Se i genitori riuscissero soltanto a capire quanto annoiano i loro figli!
(George Bernard Shaw, I fidanzati impossibili, 1910)

Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell’anno, dei genitori.
(Gesualdo Bufalino, Pensieri a perdere)

I genitori educano i figli a commettere tutti gli errori possibili, eccetto quelli compiuti da loro.
(Gianni Monduzzi, Il manuale della Playgirl, 1985)

«Quanto sei bella, figlia mia!». Questa frase materna ha come corrispettivo maschile: «Di intelligenti come mio figlio…». Due considerazioni ben motivate: i figli somigliano ai genitori tanto da sembrar loro stupendi, e hanno quel pizzico di diverso che li rende perfetti.
(Gianni Monduzzi, Manuale per difendersi dalla mamma, 1991)

Il bisogno sembra essere l’unica possibilità di comprensione tra genitori e figli.
(Heinrich Böll, Opinioni di un clown, 1963)

Non tutti possono essere orfani.
(Jules Renard, Pel di carota, 1894-1902)

I nostri genitori sono i nostri primi insegnanti, ma non sempre sono i migliori. Noi possiamo aspettarci che i nostri genitori siano perfetti.
(Leo Buscaglia, Vivere, amare, capirsi, 1982)

Voi sarete finalmente adulti quando potrete rivolgervi all’uomo che è vostro padre o alla donna che è vostra madre e dire: “Sai, nonostante tutti i tuoi difetti, ti voglio bene”.
(Leo Buscaglia, Vivere, amare, capirsi, 1982)

Tutto ciò che una madre e un padre possono attribuirsi a merito, è di non aver guastato il proprio figlio in modo palese.
(Margaret Mead, L’inverno delle more: la parabola della mia vita, 1972)

I figli cominciano con l’amare i genitori. Dopo un po’, li giudicano. Raramente, se non mai, li perdonano.
(Oscar Wilde, Una donna senza importanza, 1894)

Signor Worthing, perdere un genitore può esser considerato una sfortuna; ma perderli tutti e due sembra un segno di trascuratezza.
(Oscar Wilde, L’importanza di chiamarsi Ernesto, 1895)

Credo che un genitore debba cercare di proporre al figlio la parte migliore di sé: non solo, ma debba cercare di viverla, perché non si può offrire soltanto un modello, ma anche un esempio.
(Piero Angela, Da zero a tre anni, 1973)

Ama i genitori se sono buoni; soffri e taci se sono cattivi.
(Proverbio)

I genitori che vogliono avere figli virtuosi devono dar loro esempio.
(Proverbio)

Ama i tuoi genitori, se sono giusti e retti: altrimenti sopportali.
(Publilio Siro, Sentenze, I secolo a.C.)

I nostri genitori, peggiori dei loro padri, hanno generato noi, / più scellerati di loro; noi, a nostra volta, genereremo / figli più perversi di noi.
(Quinto Orazio Flacco, Odi, III, 6, 46-48)

L’amore di tua madre non devi meritarlo, mentre devi meritarti quello di tuo padre.
(Robert Frost, Intervista a Writers at Work, 1963)

Quanto spesso non vediamo i bambini rovinati dalle virtù vere o immaginarie dei loro genitori?
(Samuel Butler, Taccuini, 1912, postumo)

C’è un po’ di ironia nel fatto che i bambini immaginano che i genitori possano fare quello che vogliono, mentre i genitori immaginano che i bambini facciano quello che vogliono. “Quando sarò grande…” è il parallelo di “Oh, poter tornare bambino…”.
(Shulamith Firestone, La dialettica dei sessi, 1970)

Si dice che i genitori rimangono giovani nei figli, ed è questo uno dei più preziosi vantaggi psicologici ch’essi ricavano da loro.
(Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913)